Fiorentina-Cagliari, la decisione a sorpresa su Vlahovic: rottura definitiva

In Fiorentina-Cagliari, colpo di scena Vlahovic: la decisione a sorpresa sull’attaccante serbo, sempre più lontano dai viola.

Vlahovic
Dusan Vlahovic © Getty Images

Fiorentina-Cagliari, il ‘Franchi’ diviso a metà su Vlahovic

C’era grande attesa, al ‘Franchi’, per Fiorentina-Cagliari. Toscani con due sconfitte consecutive da riscattare per rilanciarsi verso l’alta classifica e soprattutto con Dusan Vlahovic al cospetto dello stadio viola. Il serbo è al centro dei rumours di mercato dopo la decisione di non rinnovare il contratto in scadenza nel 2023, almeno per il momento. Dunque, la curiosità era per la reazione del pubblico, anche a seguito delle recenti prestazioni non memorabili. All’ingresso in campo, alcuni fischi, ma anche applausi. Stadio diviso sul bomber, che viene contestato ma non eccessivamente e incoraggiato da buona parte dei presenti.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Milan, il bomber non rinnova: colpaccio in arrivo

Vlahovic
Dusan Vlahovic © Getty Images

Fiorentina-Cagliari, Italiano spiazza su Vlahovic: è polemica

L’episodio che fa discutere però sul suo futuro avviene a metà del primo tempo. Calcio di rigore per la Fiorentina, con il fallo di mano di Keita in area sanzionato con la massima punizione. Dal dischetto, però, va Biraghi e non proprio Vlahovic, che aveva calciato e segnato i tre precedenti penalties. La decisione di Italiano non viene presa bene dall’attaccante, apparso piuttosto nervoso al momento della realizzazione del difensore, impeccabile.

LEGGI ANCHE >>> Eleonora Incardona, l’abito a cena è trasparente: scollatura esplosiva – FOTO

Vlahovic
Dusan-Vlahovic © Getty Images

Dopo il gol, il serbo si scioglie, abbraccia i compagni e insieme a Biraghi festeggia anche con Italiano. Ma di certo, l’essere stato ‘degradato’ nella gerarchia dei rigoristi non gli fa piacere. Forse una mossa del tecnico viola per togliergli pressione, o forse un segnale che la sua leadership inizia a vacillare. E dunque un indizio su un addio che presto o tardi si consumerà. Lo scopriremo solo col tempo.