Esonero Pioli, i possibili sostituti a giugno

Con la mancata qualificazione in Champions, il Milan potrebbe separarsi da Stefano Pioli. Ecco tutti i possibili sostituti che potrebbero prendere il suo posto sulla panchina rossonera.

Esonero Pioli, i possibili sostituti a giugno
Stefano Pioli- © Getty Images

Esonero Pioli, posizione a rischio

La sconfitta contro la Lazio è solo l’ultimo dei tanti risultati negativi ottenuti dal Milan nel corso dell’ultimo mese. Nelle ultime settimane la squadra di Pioli ha dilapidato il grande vantaggio che aveva nei confronti delle dirette inseguitrici e che gli garantiva di restare saldamente al secondo posto, lontano dalla lotta Champions. Ora, invece, la situazione è cambiata totalmente. Il Milan è appaiato al terzo posto in codominio con Napoli e Juventus, nel pieno nella corsa per un posto nella massima competizione europea. A complicare le cose ci si mette anche il calendario. Nelle ultime 5 giornate, il Milan dovrà affrontare Benevento, Cagliari e Torino, tre squadre alla ricerca disperata di punti per evitare la retrocessione in Serie B. Nel mezzo,  i rossoneri saranno impegnati anche in due scontri diretti contro la Juventus e l‘Atalanta, entrambi in trasferta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE ———->>> Esonero Pioli: sembrava impossibile, ma ora…

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE ———->>> Calciomercato Milan, svolta Donnarumma: le parole di Massara

Esonero Pioli, i possibili sostituti a giugno

La sensazione è che nelle 5 giornate finali del campionato potrebbe decidersi il futuro della panchina del Milan. La società rossonera, infatti, potrebbe decidere di esonerare l’allenatore emiliano qualora dovesse fallire la qualificazione in Champions League. Un epilogo che nessuno avrebbe potuto prevedere alla luce dell’ottimo inizio di stagione della squadra rossonera che sembrava tra le principali candidate alla vittoria dello Scudetto. Il Milan comincia a vedersi intorno per cautelarsi in vista del futuro. Tra i profili seguiti ci sono quelli di Maurizio Sarri e Luciano Spalletti. Sarri, dato molto vicino alla Roma, potrebbe essere il nome ideale per rilanciare la squadra sia sul piano del gioco che sul piano dei risultati. Più defilato, invece, sembra Spalletti.

L’allenatore di Certaldo è ancora vincolato all’Inter fino al 30 Giugno, ma pare difficile possa trasferirsi su una panchina di una diretta rivale del club nerazzurro. Il nome che fa sognare i tifosi è quello di Massimiliano Allegri. L’allenatore, fermo da due anni, non ha mai nascosto la volontà di tornare ad allenare e, magari, potrebbe ricominciare tornando a farlo sulla panchina del Milan con il quale, nel 2011, ha vinto il primo dei sei Scudetti conquistati in carriera.

Previous articleTennis, Estoril: Cecchinato continua l’ottimo momento azzurro
Next articleCalciomercato Juventus, nuovo portiere: ecco il vice Szczesny