UFFICIALE: ultim’ora, esonero in Serie A

Salta un’altra panchina in Serie A, appena arrivata la notizia dell’esonero: il comunicato ufficiale, allenatore ai saluti

La Serie A si è tuffata nel 2023 subito con grande intensità. Impegni a ripetizione per tutti dopo la lunga sosta per il Mondiale in Qatar, con alcuni risultati che hanno già spiazzato l’opinione pubblica e che hanno messo in notevole difficoltà più di qualche allenatore.

UFFICIALE: ultim'ora, esonero in Serie A
Panchina Serie A © LaPresse 

Serie A, quante squadre in crisi: c’è il doppio esonero

Era fondamentale per molti, partire con il piede giusto nel nuovo anno, per rafforzare la propria posizione in panchina, ma più di qualche tecnico non c’è riuscito. E così, abbiamo avuto un weekend di campionato davvero complicato per molti, con un doppio esonero addirittura nel giro di poche ore. Il primo è stato, sulla panchina della Cremonese, quello di Massimiliano Alvini. L’allenatore è stato mandato via dalla dirigenza grigiorossa non essendo riuscito a vincere nemmeno una partita e con la squadra all’ultimo posto con appena 7 punti. Fatale l’ultimo ko, quello casalingo contro il Monza per 3-2, quarto di fila. Le parole di Alvini a fine gara lasciavano già presagire quello che sarebbe stato l’esito. La missione salvezza si fa difficilissima, il compito per il subentrante Davide Ballardini non sarà dei più semplici senz’altro. Ma non soltanto in Lombardia, come dicevamo, si è assistito a un avvicendamento in panchina in queste ore.

Salernitana, UFFICIALE l’esonero di Nicola: fatale il naufragio con l’Atalanta

UFFICIALE: ultim'ora, esonero in Serie A
Davide Nicola © LaPresse

Saltata infatti poco fa anche la panchina di Davide Nicola, ormai ex allenatore della Salernitana. Il comunicato dell’esonero è stato diramato dal club granata, a seguito della rovinosa sconfitta di ieri contro l’Atalanta.

Un ko dalle proporzioni devastanti, quello con i bergamaschi, con il punteggio più che tennistico di 8-2. Stando alle indiscrezioni, la decisione del presidente Iervolino sarebbe in realtà maturata già alla fine del primo tempo, quando il risultato era già sul 5-1. Per la Salernitana quella di ieri è stata la quarta sconfitta nelle ultime cinque giornate di campionato, la posizione del tecnico già prima della pausa, con la rovinosa sconfitta contro il Monza, scricchiolava un po’. I campani avevano ambizioni di centro classifica, visti gli investimenti sul mercato, ma ora devono guardarsi le spalle, con un vantaggio di nove lunghezze, al momento, sulla zona retrocessione, che non può lasciare del tutto tranquilli: se la Sampdoria vincesse stasera sul campo dell’Empoli, accorcerebbe a -6. Di Francesco in pole per sostituire Nicola, ma occhio anche a Semplici e D’Aversa.

Previous article“100 milioni per Leao”: l’annuncio destabilizza il Milan
Next articleIl tradimento è servito, Kessié dice sì: Milan gelato