Calciomercato Juventus: futuro Ronaldo in bilico, la Champions non basta?

Calciomercato Juventus: in casa bianconera continuano a essersi grossi dubbi per quanto riguarda il futuro di Cristiano Ronaldo. Il portoghese ha rilanciato i suoi nella corsa alla Champions, ma questa potrebbe non bastare per trattenerlo a Torino.

Cristiano Ronaldo Juve 2021-2022
Cristiano Ronaldo, attaccante della Juventus in bilico per la stagione 2021-2022 © Getty Images

Cristiano Ronaldo e la Juventus non sono mai stati così distanti come in queste settimane. Se le voci di un suo possibile addio non sono mancate nelle due stagioni precedenti, stavolta si parla con cognizione di causa della sua possibile partenza. Non fosse per l’insofferenza spesso dimostrata in campo nelle ultime uscite del portoghese, spesso arrabbiato con i suoi compagni per scelte e giocate non condivise.

Le voci che lo hanno accostato prima al Real Madrid poi al Manchester United non sono casuali, e testimoniano la volontà del portoghese di poter giocare in una squadra ritenuta più competitiva rispetto a quella bianconera. Le prossime, insomma, potrebbero essere le ultime 5 gare (4 di campionato e la finale di Coppa Italia) del numero 7 con i campioni d’Italia uscenti.

Leggi anche–> Juve, le ultime di mercato: Dybala

Calciomercato Juventus, Ronaldo e le valutazioni

Ritorno Allegri addio Ronaldo
Cristiano Ronaldo © Getty Images

In caso di mancata Champions League l’addio di Ronaldo sarebbe scontato e inevitabile, ma anche con la qualificazione all’Europa che conta permangono dubbi sulla sua permanenza. A ‘imprigionare‘ l’ex Real a Torino c’è un contratto faraonico che difficilmente sarebbe replicabile altrove. Se da una parte il Madrid ha chiuso a prescindere al ritorno del suo ex attaccante, lo United potrebbe prendere in considerazione l’eventualità solo se Ronaldo si abbassasse lo stipendio.

Alla Juventus tutte le valutazioni del caso verranno effettuate a stagione conclusa, quando verrà tirato un bilancio dell’annata appena conclusa e dei tre anni del portoghese. Poi si deciderà se proseguire fino al termine del contratto, o dirsi addio dopo 3 anni che tutti si aspettavano potessero essere diversi. Specialmente in Europa.