Berrettini ora non ha freni, il salto in classifica è da record

Matteo Berrettini è ormai lanciato verso il Gotha del Tennis mondiale. Il tennista romano, infatti, potrebbe far registrare qualcosa di mai visto nei prossimi giorni quando sarà impegnato nel torneo di Rio de Jainero.

Matteo Berrettini continua la sua ascesa nella classifica ATP. Il tennista azzurro, reduce da uno straordinario Australian Open terminato solo in semifinale contro un eccezionale Nadal, si appresta a prendere parte all’Open di Rio de Jainero. Il torneo potrebbe regalare un record mai fatto registrare prima a Matteo Berrettini.

Berrettini ora non ha freni, il salto in classifica è da record
© LaPresse

Matteo Berrettini, Nadal nel mirino

L’ultima volta l’abbiamo visto lottare nel tentativo di allungare al quinto set la semifinale dell’Australian Open che lo contrapponeva a Rafa Nadal. La grande esperienza del tennista spagnolo, però, ha reso vani gli sforzi di Matteo Berrettini che ha soltanto potuto rimarcare il valore del suo avversario che due giorni più tardi avrebbe alzato al cielo il suo 21° slam in carriera. Berrettini, comunque, ha lasciato l’Australia portandosi dietro la consapevolezza di aver affrontato alla grande un altro torneo. Il tennista romano ha anche ottenuto diversi punti valevoli per il ranking ATP.

Ad ora, il vincitore del Torneo del Queen’s 2021 e il finalista di Wimbledon occupa il sesto posto della classifica mondiale con un punteggio di 4843. Nei prossimi giorni Matteo Berrettini sarà in Brasile dove è in corso il torneo di Rio de Jainero. Il tennista azzurro ha tutta l’intenzione di fare bene nell’open carioca. Il motivo è molto semplice. Dovesse vincere il torneo, infatti, il romano potrebbe raggiungere quota 5338 punti che lo porterebbero ad un soffio da Nadal, che al momento è quinto con un punteggio di 6515.

LEGGI ANCHE >>>> Scatto decisivo: Pogba a parametro zero, super colpo per giugno

Da Sinner a Sonego, passando per Fognini: così gli altri azzurri nel ranking

Berrettini
© LaPresse

Matteo Berrettini non sarà l’unico azzurro presente a Rio. Infatti, prenderanno parte al torneo anche Lorenzo Sonego e Fabio Fognini. Al momento i due italiani sono rispettivamente ventesimo e quarantunesimo nel ranking mondiale. L’open brasiliano, dunque, potrebbe essere un modo per poter ottenere punti in grado di salire in graduatoria. Non sarà a Rio, invece, Jannik Sinner. L’enfant prodige del movimento tennistico azzurro, dopo l’esperienza dell’Australian Open terminata ai quarti di finale, sarà di scena all’ATP 500 di Dubai che scatterà il prossimo 21 Febbraio. Un torneo molto atteso visto che sancirà il ritorno in campo di Novak Djokovic dopo le note vicende che l’hanno costretto a rinunciare all’Australian Open. 

LEGGI ANCHE >>>> Attenta Inter, Klopp se ne è innamorato: scippo di mercato pronto

Previous articleScatto decisivo: Pogba a parametro zero, super colpo per giugno
Next articleAffare straordinario: De Paul torna in Serie A, colpo scudetto