Adani-Allegri, nuovo capitolo: dichiarazioni a sorpresa

La Juventus ha ripreso la propria marcia, iniziando a macinare punti importanti per puntare alla rimonta in campionato. Intanto arrivano nuove dichiarazioni di Lele Adani su Allegri 

Vince ancora la Juventus che con i tre punti pesantissimi conquistati nel big match domenicale contro la Roma è riuscita ad avvicinarsi ulteriormente al treno delle squadre di testa, che si trovano alle spalle di Napoli e Milan. I bianconeri sono ormai a tre punti dall’Inter terza, e la truppa di Allegri sta pian piano cancellando il pessimo inizio.

Adani Allegri
Massimiliano Allegri © Getty Images

Sono infatti ben 4 le vittorie consecutive di Kean e compagni in Serie A, che hanno così consentito al tecnico livornese di iniziare a dar vita in modo concreto alla sua creatura.

LEGGI ANCHE >>> Pallone d’oro, polemica senza fine: “Non si sa come venga assegnato!”

Juventus, Adani-Allegri spunta un nuovo capitolo: le ultime dichiarazioni

Non mancano anche i complimenti all’operato di Allegri che ha l’arduo compito di riportare in alto i bianconeri dopo l’annata da dimenticare sotto la gestione Pirlo. Parole positive per l’allenatore della Juventus arrivano da Lele Adani, che ospite come di consueto alla ‘Bobo TV’ su Twitch non ha perso occasione per arricchire la lunga ‘saga’ che lo vede coinvolto con il tecnico bianconero.

LEGGI ANCHE >>> Diletta Leotta meravigliosa, la scollatura e da incanto! -FOTO

I due hanno trascorsi leggermente travagliati, ma questa volta l’ex calciatore ha usato parole al miele: “Quando parlo della Juve ora parlo di percorso, non di grandezza. Ora il percorso porta i frutti richiesti e sicuramente non è quella di un mese e mezzo fa. Faccio i complimenti a Massimiliano Allegri: la sincerità viene sempre prima della furbizia. L’allenatore è un grande allenatore, che pensa in un certo modo ma non si possono togliere meriti. Gli faccio i complimenti. Ieri è stato lucido, in un momento dove ha tirato su la sua squadra che era partita malissimo, ha detto che la Roma meritava almeno il pareggio. Non meritava il pareggio, almeno il pareggio. Questa è onestà e questa è comunicazione, che non ti toglie lo status o i tre punti. La gente arriva a pesare la posizione, i servi invece saranno sempre servi. Complimenti perchè la lucidità in quei momenti non è facile”.