Serie A, grande novità per i tifosi: arriva l’annuncio!

La Serie A che ripartirà il prossimo 22 agosto sarà ricca di novità. Ecco l’annuncio da parte del Governo italiano.

Serie A, grande novità per i tifosi: arriva l'annuncio!
Tifosi italiani all’Olimpico di Roma © Getty Images

Euro 2020 è un momento di festa. Lo si capisce nel rivedere il pubblico di nuovo presente sulle tribune degli stadi. Certo non c’è il pienone, ad eccezione di Budapest e di Copenaghen, ma con i tifosi le partite di calcio stanno assumendo tutto un altro sapore tanto che sembra di vivere tutto un altro sport. A causa del Covid ciò che sembrava una cosa normale, è diventata quasi una novità.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE ———->>>> Euro 2020, finale a Roma: la decisione della Uefa

Da Febbraio 2020 la Serie A e, in generale in Calcio europeo, ha disputato le sue gare nel silenzio degli stadi vuoti. Si potevano ascoltare dalla TV solo le voci dei protagonisti in campo. Tutta un’altra atmosfera, molto distante dall’idea di Calcio che abbiamo avuto modo di conoscere fino ad un anno e mezzo fa. Fortunatamente la situazione epidemiologica si sta evolvendo in positivo. E l’allentamento delle misure per il contenimento dei contagi riguarderà anche gli stadi di calcio. A confermarlo è il sottosegretario alla Salute Andrea Costa ai microfoni di Radio Punto Nuovo. Il sottosegretario ha parlato in merito alla possibilità di rivedere il pubblico negli stadi nel prossimo campionato di Serie A.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE ———>>> Euro 2020, colpo di scena: la finale a Roma? L’annuncio

Serie A, grande novità per i tifosi: arriva l’annuncio!

Andrea Costa, sottosegretario del Ministero della Salute è intervenuto ai microfoni di Radio Punto Nuovo in merito alla questione pubblico negli stadi per quanto concerne il prossimo campionato di Serie A. “Posso annunciare che ad Agosto la Serie A ripartirà con gli stadi aperti al pubblico. Ne abbiamo parlato proprio questa mattina con il ministro Speranza. Si è deciso che ogni stadio potrà ospitare il pubblico fino al 25% della capienza massima. E’ chiaro che questa percentuale aumenterà qualora dovesse migliorare la situazione epidemiologica.”