Rivoluzione Formula 1: i vertici della FIA cambiano tutto

Dopo le polemiche del 2021 e le parole di Ben Sulayem pare che in Formula 1 si andrà in contro ad una vera e propria rivoluzione. Tutto già sarebbe stato stabilito e la ratifica dei provvedimenti avverrà a qualche settimana dal via del Mondiale 2023.

La Formula 1 non conosce soste. O meglio, ce ne sono, quelle ai box che vedono le auto impegnate al cambio dei pneumatici, e quelle di metà e fine stagione, quando il campionato si ferma. A non conoscere soste, invece, e forse è meglio specificarlo, sono le polemiche che ruotano attorno al circus della classe regina delle gare automobilistiche.

Formula 1
Formula 1 ©Lapresse

Sono ancora vividi i ricordi dell’ultima gara della stagione 2021, quella, per intenderci, che ha regalato a Max Verstappen il successo e, quindi, i punti necessari per poter diventare campione del Mondo. Un successo che ha consentito al pilota olandese di scalzare Lewis Hamilton che si era assicurato il titolo iridiato per oltre 4 stagioni consecutive. L’impresa del pilota della Red Bull, però, è stata seguita da una serie di polemiche mosse dalla Mercedes nei confronti della direzione gara di Michael Masi. Il direttore, infatti, all’epoca dei fatti, stabilì che la gara di Yas Marina dovesse terminare in regime di safety car. Un provvedimento che ha negato alla Mercedes di Hamilton di poter recuperare il gap su Verstappen.

Formula 1, Ben Sulayem pensa di cambiare tutto

La “battaglia” fuori dalla pista durò diverso tempo e alla fine della fiera, i vertici della FIA hanno sollevato dall’incarico Michael Masi. Infatti, nella stagione 2022 la direzione gara è stata affidata a Niels Wittich ed Eduardo Freitas che, nel corso dell’annata sportiva si sono alternati nella cabina della “Race control”. Alcune vicende verificatesi in questa stagione, però, hanno portato Ben Sulayem, numero uno della Fia, a immaginare di sollevare dall’incarico i due dall’incarico. Attualmente, però, questo non rientra nei piani del presidente della FIA, o meglio, non è tra le sue priorità.

Formula 1, la FIA pronta alla rivoluzione: si pensa ad un nuovo organigramma

Infatti, tra le priorità del presidente della Federazione Internazionale dell’Automobile, c’è la serie intenzione di cambiare l’organigramma pensando a nuove figure. È notizia di qualche giorno fa che la FIA ha stabilito l’introduzione del direttore sportivo del proprio organigramma. A ricoprire tale ruolo, secondo quanto riportato da “rossomotori.it” sarà Steve Nielsen. Nielsen avrà il compito di supervisionare gli eventuali aggiornamenti del regolamento sportivo e lo sviluppo del Controllo di Gara e del Centro Operativo Remoto. La FIA, in tal senso, ha immaginato il direttore sportivo quale punto di riferimento dei direttori di gara. Questa scelta è stata attuata, appunto, per evitare ogni tipo di polemica.

Previous articleIl colpo di gennaio è Belotti: accelerazione lampo e cambio maglia in Italia
Next articleJennifer Lopez, fisico da far morire di invidia le ventenni: forme da urlo