Formula 1, non solo Verstappen: altra minaccia Mondiale per Leclerc

Grande attesa per il Mondiale di Formula 1, Leclerc prepara l’assalto a Verstappen ma per lui c’è un altro avversario insidioso

Meno di due mesi al via dell’annata 2023 della Formula 1, l’attesa sta già crescendo per tutti gli appassionati. Un Mondiale per il quale la Ferrari spera di essere ulteriormente competitiva, dopo i miglioramenti mostrati nel corso dello scorso anno, non sufficienti però per lottare fino alla fine per il titolo.

Formula 1, non solo Verstappen: altra minaccia Mondiale per Leclerc
Charles Leclerc al volante della Ferrari © LaPresse

Leclerc e la Ferrari, caccia a Verstappen e alla Red Bull ma potrebbe non essere una corsa a due

La Rossa di Maranello è senza dubbio tornata protagonista e ci voleva, dopo stagioni un po’ così, in cui la si era vista spesso nelle retrovie. Ma dopo il grande avvio con Leclerc vittorioso in due gare su tre, forse ci si attendeva di più. Alla fine, il monegasco di gare ne ha vinte tre in totale, più una vinta da Sainz, ma considerate le 12 pole position (9 per il monegasco, 3 per lo spagnolo), è un dato che lascia un po’ di amaro in bocca. Dal dietro le quinte comunque si avverte ottimismo per quella che potrebbe essere la nuova vettura, a cui verrà tolto il velo a San Valentino, per provare a insidiare il primato della Red Bull e di Verstappen. Ma non è detto che la lotta per il titolo riguardi soltanto la casa austriaca e quella emiliana.

Leclerc ‘avvertito’ da Hakkinen: “Russell un grandissimo pilota per i prossimi anni”

Formula 1, non solo Verstappen: altra minaccia Mondiale per Leclerc
George Russell © LaPresse

Occhio infatti ai progressi della Mercedes, sottolineati da Mika Hakkinen. L’ex pilota finlandese in particolare sottolinea la crescita e la grande bravura di George Russell, che ha vinto il suo primo GP in Formula 1 in Brasile dimostrando un potenziale notevole.

“Ci sono stati tanti miglioramenti da parte della Mercedes in stagione, nel finale c’è stata la possibilità di vincere delle gare – ha spiegato Hakkinen a ‘Top Gear’ – Se Russell dovesse continuare così e confermarsi davanti a Hamilton, che come sappiamo è un pilota di personalità e talento incredibile, in Inghilterra avranno la certezza di avere un grandissimo pilota per i prossimi anni. Può ancora migliorare tanto come pilota in tanti aspetti, ma osservando bene vediamo che ha già una carriera lunga e vincente in tutte le categorie. Sa come leggere i dati e sa come gestire la macchina in condizioni estreme. Può diventare campione del mondo, ha il potenziale per farlo”.

Previous articleSerie A, una big cambia l’attacco: addio al bomber, arriva Beto
Next articleColpo di scena, Karius arriva in Serie A: tutto merito della Leotta