Diritti tv, nuova svolta tra Sky e DAZN

Il tema legato ai diritti tv rimane di stretta attualità nel calcio italiano. Il prossimo triennio della Serie A se lo è aggiudicato DAZN con un’offerta da oltre 800 milioni di euro. Sky però non starà a guardare: nuova svolta all’orizzonte?

Diletta Leotta
Da Instagram

Non sembrava finita e effettivamente non lo era la corsa alla trasmissione delle partite del prossimo triennio di Serie A. DAZN la scorsa settimana si è aggiudicato il pacchetto più grande, soffiato alla rivale Sky, con un’offerta da oltre 800 milioni di euro. Questo significa che il massimo campionato italiano sarà trasmesso in streaming, con le parti attualmente in gioco che si ribaltano. A Sky rimane il pacchetto che prevede la trasmissione di tre gare su 10 totali, quello cioè che attualmente è in possesso della stessa DAZN.

Una nuova svolta però potrebbe profilarsi all’orizzonte: alla rete satellitare non sarebbe andata giù l’alleanza tra DAZN e Tim, al punto che ci sarebbero state anche delle denunce all’Antitrust, con possibili ricorsi nel caso in cui venisse esclusa la trasmissione delle partite sul satellite.

Al centro della discussione il bando vinto da DAZN, supportato proprio da Tim, e qualora ci dovessero essere le condizioni tutto l’accordo potrebbe essere rivisto e rivalutato. La guerra a distanza tra Sky e DAZN insomma promette ancora scintille.

Leggi anche–> Diritti tv, Sky battuta 

Diritti tv, prezzi e preoccupazioni

In Lega si litiga per i diritti tv
Pallone della serie A © Getty Images

Qualora tutto dovesse essere confermato allora si aprirebbe il vero regno DAZN sul prossimo triennio della Serie A. Possibile che l’abbonamento attuale, da 9 euro mensili, possa crescere fino a 30, massimo 35 euro al mese, con possibilità di disdetta da parte degli utenti in qualsiasi momento.

La preoccupazione maggiore degli abbonati riguarda però la qualità dello streaming: in questi primi anni infatti DAZN non ha dato garanzie di buona trasmissione a tutti, per questo si rischia una Serie A in continuo buffering…

 

Previous article10 in pagella al Fantacalcio per aver salvato una vita in campo: l’incredibile storia di Alessio Scarpi
Next articleDonnarumma prende tempo e il Milan studia le alternative