Ibra non c’è ma la novità è un’altra: mossa a sorpresa di Pioli nel derby

Occhi puntati su San Siro dove sabato alle ore 18 scenderanno in campo Inter e Milan per un derby stellare. In palio anche una fetta di corsa scudetto per le milanesi con i nerazzurri che partono col vantaggio della classifica 

Ora si fa sul serio. Torna alla grande il campionato di Serie A con la super sfida tra Inter e Milan, le prime due della classe (rossoneri secondi col Napoli), che si giocano quindi tre punti dal peso specifico incalcolabile. Pioli è pronto a stupire.

Stefano Pioli © LaPresse

Inter-Milan, un derby che vale tanto: lotta al titolo

La 24esima giornata di Serie A, la prima dopo la sosta e la chiusura del mercato, presenta sul menu subito un piatto forte: il derby Inter-Milan. Una stracittadina che vale una bella fetta di titolo, con i nerazzurri che vogliono vincere per allungare, al netto anche della partita in meno, e i rossoneri che al contrario puntano al bottino pieno per ravvivare ulteriormente una lotta al titolo a dir poco avvincente.

LEGGI ANCHE >>> Insurrezione Juventus, primo ‘caso’ Vlahovic nello spogliatoio

Non arriva al 100% delle proprie condizioni la squadra di Stefano Pioli che oltre ad un Tomori a mezzo servizio, dovrà rinunciare a Zlatan Ibrahimovic ed Ante Rebic, come confermato in conferenza stampa: “Partita importantissima, come tante altre comunque. Lo sarà anche domani. Spiace manchi Zlatan, siamo cresciuti tanto con lui, dobbiamo dimostrare di essere forti anche senza Ibra. Rebic? A fine settimana scorsa ha subito un trauma alla caviglia e non è ancora guarito. Speriamo di recuperare presto lui e i suoi scatti che possono essere decisivi”.

Inter-Milan, Ibra e Rebic non ci sono: Pioli boccia Brahim Diaz

Pioli © LaPresse

Assenze pesanti per Pioli che si affiderà dunque in attacco ad Olivier Giroud, bomber francese che occuperà la posizione di Zlatan Ibrahimovic. La sorpresa arriva però alle spalle del centravanti ex Chelsea che non avrà il supporto di Brahim Diaz, ma di Franck Kessie. Possibile bocciatura dunque per lo spagnolo a favore dell’ivoriano, che non è un trequartista di ruolo ma che può ricoprire quella posizione, e dal quale lo stesso Pioli si aspetta molto.

LEGGI ANCHE >>> Firma subito, Romagnoli pronto al tradimento: dramma Milan

L’altro grande ballottaggio riguarda invece la fascia destra della trequarti, dove Messias potrebbe essere il jolly al posto di Saelemaekers.

INTER: Handanovic; Skriniar, De Vrij, BAstoni; Dumfries, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Perisic; Lautaro, Dzeko.

MILAN: Maignan; Calabria, Kalulu, Romagnoli, Theo Hernandez; Tonali, Bennacer; Messias, Kessie, Leao; Giroud.

Impostazioni privacy