La società nerazzurra è pronta a cedere l’olandese creando difatti una vera e propria plusvalenza: il suo sostituto arriva dalla Serie A. 

Settimane calde in casa Inter: dopo l’accordo con il Chelsea per il ritorno a Milano di Romelu Lukaku, la dirigenza nerazzurra si sta occupando anche delle uscite di quei calciatori che risultano essere in esubero e quindi che non rientrano nel progetto Inter. Uno di questi calciatori è Stefan De Vrij. Il difensore olandese, arrivato nell’estate del 2018 a parametro zero, vive uno dei suoi migliori momenti della carriera sotto la guida di Antonio Conte. Con l’arrivo di Simone Inzaghi, l’ex Feyenoord non è più riuscito a ribadire le ottime prestazioni passate, incappando anche in errori che sono costati cari nella corsa scudetto contro i rivali cugini del Milan.

Calciomercato Inter, via De Vrij
De Vrij © LaPresse

Il covid e le problematiche finanziare ad esso legate hanno lasciato il segno all’interno della società, tant’è l’Inter dopo aver venduto Lukaku e Hakimi la scorsa stagione, in questa sessione di mercato dovrà creare un’utile pari e non inferiore a 60 milioni di euro. La società dunque valuta con buon’occhio la possibile cessione di Stefan De Vrij, dove oltretutto si andrebbe a creare una grossa plusvalenza.

Calciomercato Inter: Milenkovic o Acerbi al posto di De Vrij

Stando alle ultime di mercato, il possibile addio di Stefan De Vrij è più di una semplice idea. Molte squadre inglesi tra cui Manchester United, Chelsea e Aston Villa hanno già avviato i contatti con l’entourage del calciatore. L’Inter da parte sua chiede una cifra intorno ai 20 milioni di euro, prezzo molto accessibile ai club del massimo campionato inglese. Un’idea che circola da tempo in casa nerazzurra è quella di Milenkovic. Un altro possibile sostituto ha già lavorato con Simone Inzaghi ai tempi della Lazio e, grazie anche al rapporto stretto tra i 2, la trattativa con il club biancoceleste potrebbe risultare alquanto semplice. Francesco Acerbi, in rottura con tifosi e società, vuole ritornare a lavorare con Simone Inzaghi.

A 34 anni, Acerbi vede davanti a sé gli ultimi anni della sua carriera. Ritornare con Inzaghi significherebbe tanto per lui a livello personale e non solo, dato che il calciatore ha vissuto gli anni migliori della sua carriera proprio con l’allenatore piacentino. La Lazio di certo non farà carte false per trattenere il calciatore, con Alessio Romagnoli che è pronto a subentrare al suo posto. L’ex difensore di Sassuolo e Chievo Verona tra le altre, vuole giocare la Champions League l’anno prossimo, prendendosi un margine di tempo per riflettere sul suo futuro. L’Inter resta dunque la favorita rispetto alle concorrenza ma occhio alle piste che porterebbero a Milan e Napoli.

 

 

Previous articleVestito aderente e Parigi ai suoi piedi: Laura Cremaschi dà spettacolo
Next articleElisa De Panicis, calze a rete autoreggenti: così non vale