Calciomercato, ‘caso Kessie’ all’Inter: niente rinnovo e addio nerazzurri

Calciomercato, anche in casa Inter c’è un ‘caso Kessie’: il calciatore potrebbe non rinnovare con il club nerazzurro e potrebbe optare per l’addio

Calciomercato Inter, caso Kessié
Franck Kessié © Getty Images

Anche i cugini dell’Inter stanno vivendo la stessa situazione come quelli del Milan con il ‘caso Kessie’. I nerazzurri, nel frattempo, si stanno preparando per la prossima partita di campionato contro il Sassuolo (in trasferta, sabato 2 ottobre alle ore 20:45). Anche se nella rose c’è un calciatore che ha un certo “mal di pancia”. Proprio come il centrocampista ivoriano è in scadenza di contratto (30 giugno del 2022) e possibilità di rinnovo, almeno per il momento, non ce ne sono.

Incontri per il possibile prolungamento non ce ne sono e, a questo punto, non è detto che ce ne saranno. Una situazione molto delicata che il manager Simone Inzaghi deve essere bravo a gestire nel migliore dei modi.

LEGGI ANCHE >>> Inter, probabili cessioni shock a Giugno: il PSG è alla porta

Calciomercato Inter, Brozovic come Kessie: via a gennaio?

Marcelo Brozovic © Getty Images

Marcelo Brozovic, dopo quasi sei anni, è pronto a lasciare l’Inter. Probabilmente anche l’Italia visto che il suo nome è stato accostato, molte volte, a top club stranieri (specialmente Premier League e Liga) che erano pronti a fare follie per acquistarlo a prezzo pieno. Figuriamoci adesso che, tra pochi mesi, andrà in scadenza di contratto e lo si può acquistare prelevandolo a parametro zero.

LEGGI ANCHE >>> Voti Shakhtar-Inter 0-0, tabellino e highlights

Fino a questo momento della stagione, l’ex Dinamo Zagabria, ha collezionato otto presenze (tra campionato e Champions League) non trovando mai la via della rete ma collezionando un assist ad un suo compagno di squadra. La volontà della società, ovviamente, è quello di non perderlo gratis e farà di tutto per accontentare le sue richieste economiche.

Previous articleCalciomercato Juventus, colpo di scena: arriva la firma
Next articleLazio, infortunio Immobile: Sarri e Mancini tremano