Penalizzazione Juve, annuncio shock: “Bianconeri fuori gioco per 4-5 anni”

Penalizzazione Juventus, le ripercussioni sui bianconeri potrebbero andare ben oltre la stagione in corso: l’annuncio preoccupante

La Juventus riparte, nel 2023, con l’obbligo di fare il meglio possibile su tutti i fronti. La scorsa stagione è stata conclusa senza trofei e l’inizio di quella attuale è stato piuttosto difficoltoso, ma con una squadra che, almeno per quanto riguarda il campionato, si è rimessa in piedi e prova a guardare al futuro coltivando il sogno di una difficile rimonta.

Penalizzazione Juventus, l'annuncio shock: "Bianconeri fuori gioco per 4-5 anni"
Massimiliano Allegri © LaPresse

Penalizzazione Juventus, i bianconeri rischiano la corsa ‘ad handicap’ nella seconda parte di stagione

Massimiliano Allegri e soci avranno tre fronti sui quali confrontarsi in campo. Oltre al campionato, dove l’idea di continuare la rincorsa scudetto non è stata ancora abbandonata, i bianconeri possono provare ad andare fino in fondo in Europa League e Coppa Italia. Ma le difficoltà non mancano. In campo, gli infortuni continuano ancora a tormentare la Vecchia Signora. Fuori, aleggia lo spettro di possibili penalizzazioni, multe e squalifiche, relativamente alla vicenda plusvalenze e alla manovra stipendi del 2020. Tra qualche settimana sapremo se la Juventus sarà deferita di fronte al Tribunale federale e dovrà essere processata per eventuali irregolarità. Il rischio è che in primavera eventuali risultati positivi in campionato possano essere vanificati da un intervento della giustizia sportiva sulla classifica. E non è finita qui. L’Uefa potrebbe, di suo, decidere di escludere la Juventus dalle coppe europee della prossima stagione. Tutto questo, potrebbe avere ripercussioni anche nel lungo periodo.

Juventus, non solo la penalizzazione: “Oggi nessuno firmerebbe un contratto con i bianconeri”

Penalizzazione Juventus, l'annuncio shock: "Bianconeri fuori gioco per 4-5 anni"
Massimiliano Allegri © LaPresse

Il motivo viene spiegato dall’allenatore elvetico Arno Rossini, intervistato da ‘Ticino Online’. A suo parere, le vicende extra campo rischiano di pesare a livello effettivo per lungo tempo sul club bianconero.

“Oggi nessun giocatore al mondo di prima fascia si sognerebbe di firmare un contratto con la Juventus – ha spiegato Rossini – Non bastano blasone e possibili stipendi milionari, rimanere esclusi dalle competizioni europee per i calciatori è significativo. La Juventus a mio parere sul mercato potrà fare affari di livello solo quando il suo futuro sarà definito. Di certo, una Juventus costretta a programmare senza grandissimi investimenti potrebbe metterci 4-5 anni per tornare al livello delle migliori in Italia, in Europa non ne parliamo neppure. E naturalmente servirebbero cessini eccellenti senza Champions. In generale, in caso di club penalizzato, non vedo gente che farebbe a gara per rimanere alla Juventus o per sposare la causa bianconera. Ma una Juventus ‘ripulita’ potrebbe ripartire con ambizione ed entusiasmo con gli uomini giusti”.

Previous articleRoma, colpo di scena Karsdorp: ora può rimanere in Serie A
Next articleVerstappen contro Hamilton battaglia infinita: nuovo annuncio