Svolta in nazionale, scelto il dopo Mancini

Sembrano esserci le idee chiare in casa nazionale per quello che riguarda il dopo Mancini come ct dell’Italia. L’attuale allenatore degli azzurri potrebbe salutare dopo l’europeo del 2024 con la federazione che ha le idee chiare su chi potrebbe andare sulla panchina.

Dopo la mancata qualificazione al mondiale in Qatar, in casa Italia si è deciso di andare avanti con Roberto Mancini. Il ct resterà sicuramente alla guida della nazionale fino all’europeo nel 2024, da capire se proseguirà poi nel tentativo di raggiungere il mondiale nel 2026.

Nazionale, nuovo ct in arrivo
Mancini

Futuro di Roberto Mancini in dubbio, il ct potrebbe salutare nel 2024

Il ct Roberto Mancini resterà alla guida della squadra fino all’europeo nel 2024 con l’intento di difendere il titolo di campione in carica ottenuto nel 2021. Sarà poi da capire se l’ex Inter e Manchester City vorrà restare alla guida della nazionale anche successivamente per tentare il riscatto mondiale. Nel caso in cui le strade dovessero dividersi, la federazione italiana avrebbe già le idee chiare su chi potrebbe sostituirlo alla guida degli azzurri. I nomi principali che si fanno sono due con i dirigenti azzurri che hanno puntato due big della panchina. Profili che piacciono molto in federazione e che potrebbero proseguire la loro carriera alla guida della nazionale italiana, cercando di centrare la qualificazione al mondiale del 2026 dopo due edizioni senza azzurri.

Italia, Pioli ed Ancelotti nel mirino della FIGC

Uno dei nomi che piace è quello di Stefano Pioli. L’allenatore del Milan, fresco campione d’Italia con i rossoneri a maggio, potrebbe chiudere la sua esperienza in rossonero nel 2024. Dopo diversi anni a Milanello potrebbe giungere quindi il momento di cambiare aria con il tecnico che sarebbe un profilo gradito come dopo Mancini. Il vero obiettivo della FIGC però appare essere Carlo Ancelotti. L’attuale tecnico del Real Madrid, vincitore della Champions League e della Liga con le merengues, potrebbe salutare tra un anno e mezzo la Spagna, valutando se proseguire o meno la sua carriera. Recentemente è stato accostato alla panchina del Brasile, ma il richiamo dell’Italia potrebbe convincerlo ad accettare il ruolo a Coverciano, provando a rialzare le sorti degli azzurri che, dopo il trionfo in Inghilterra, hanno vissuto un’altra pagina buia della storia calcistica.

Ancelotti in nazionale
Ancelotti © LaPresse

Un altro nome che piace è quello di Luciano Spalletti. Il tecnico del Napoli è ora impegnato alla ricerca dello scudetto con gli azzurri, in vantaggio di otto punti sul Milan. Dopo aver guidato diverse big italiane, per lui potrebbe essere giunto il momento di una nazionale.

Previous articleSinner vola già in Australia: strada spianata per la finale
Next articleInfortunio più lungo del previsto: l’annuncio che fa ‘tremare’ l’Inter