Sabato l’ultima col Milan poi sarà addio: è già tutto scritto

Quella di sabato pomeriggio, contro il Lecce allo stadio ‘Via del Mare’, potrebbe essere l’ultima che il calciatore giocherà con la maglia dei rossoneri. A quanto pare, per lui, il futuro è già stato scritto. Nell’ambiente, oramai, non si sta parlando d’altro se non di questo suo futuro lontano dal club di via Aldo Rossi. Oramai non ci sono più dubbi sul fatto che non resterà con il Milan

Per il resto della stagione (a meno di clamorosi colpi di scena) quella di sabato pomeriggio sarà il suo ultimo incontro con il Milan. Quella contro i salentini di Marco Baroni potrebbe essere la sua ultima gara. Dopo aver archiviato il match di Coppa Italia contro il Torino, i ragazzi di Pioli non hanno voluto perdere altro tempo e si sono nuovamente messi al lavoro per cercare di conquistare una vittoria. Il tutto dopo aver rimediato un pareggio (anche se in questo caso è giusto dire due punti buttati) contro la Roma di José Mourinho (squalificato) che ha rimontato una gara che sembrava oramai più che persa.

Addio al Milan
Tifosi Milan © LaPresse

Milan, è tutto pronto per l’addio: siamo ai saluti

Sì, siamo ai saluti. Il calciomercato, però, ci ha sempre insegnato che le sorprese sono sempre dietro l’angolo. Su questo non ci sono assolutamente dubbi. In particolar modo affari che sembravano fatti e che, alla fine, non si sono concretizzati. Stesso discorso vale anche per le cessioni che non si sono mai verificate. Quello che arriva dall’ambiente rossonero, però, è molto chiaro: contro il Lecce i rossoneri intendono conquistare tre punti importantissimi per rimettersi in carreggiata e soprattutto cercare di diminuire il gap con il Napoli primo in classifica. Nel frattempo la dirigenza è sempre al lavoro (Maldini, a dire il vero, non si è mai fermato su questo) e sta decidendo il futuro del calciatore, sempre più lontano dal ‘Diavolo‘.

Milan, per Adli siamo ai dettagli: addio ad un passo, ma…

Yacine Adli dove essere considerato il futuro del ‘Diavolo’. Per molti lo è ancora. Anche per la dirigenza, ma fino a questo momento non ha saputo dimostrare del tutto le sue qualità. Che sicuramente ha, ma che non ha espresso. Solamente quattro i gettoni in questa stagione. Troppo pochi i minuti in cui si è messo a disposizione. Non è riuscito ad entrare, del tutto, nei meccanismi di gioco del suo allenatore. Ed è per questo motivo che la società sta pensando sì ad un addio, ma solo in prestito.

Previous articleMilan, che flop di Pioli: “Sta imitando il suo idolo Simone Inzaghi”
Next articleSimeone-Inter: annuncio in diretta, la bomba della notte