Juventus penalizzata, il regolamento parla chiaro: bianconeri disperati

La Juventus in attesa della pronuncia della giustizia sportiva sul caso stipendi, il rischio penalizzazione è concreto: cosa succede.

Una situazione molto delicata, quella che sta vivendo la Juventus, con la settimana che si è aperta con un ribaltone inatteso. Il presidente Andrea Agnelli e tutto il CDA dei bianconeri si sono dimessi, aprendo a una nuova dirigenza ma anche a scenari al momento ancora imprevedibili e piuttosto rischiosi per il club.

Juventus penalizzata, il regolamento parla chiaro: bianconeri disperati
Massmiliano Allegri © LaPresse

Juventus, la procura FIGC studia le carte dell’inchiesta Prisma: intanto il club reagisce

E’ evidente infatti, come del resto già ammesso da Agnelli nella sua lettera di addio, che la decisione sia legata all’inchiesta Prisma in corso di svolgimento da parte della Procura di Torino, e per la quale la stessa procura ha già avanzato le richieste di rinvio a giudizio per Agnelli e per altri 11 indagati, tra cui l’ex vicepresidente Pavel Nedved e l’ex amministratore delegato Maurizio Arrivabene. Il ds Federico Cherubini e l’allenatore Massimiliano Allegri sono rimasti al loro posto per garantire la continuità dell’area sportiva, il club ripartirà da Gianluca Ferrero alla presidenza e da Maurizio Scanavino come nuovo direttore generale, come già annunciato da Exor, la holding controllante.

La Juventus intanto ha già espresso la sua posizione in un comunicato in cui rileva che le accuse della procura non collimerebbero con le effettive richieste della Consob relativamente al bilancio e alla questione della manovra stipendi, auspicando così che la giustizia penale e sportiva non provvedano a sanzioni infondate. Intanto però la procura FIGC ha richiesto le carte dell’inchiesta per capire il da farsi e verificare se sussistano i presupposti per un deferimento e per un processo sportivo a carico dei bianconeri.

Juventus, penalizzazione in questa stagione o nella prossima: cosa prevede il codice di giustizia sportiva

Juventus penalizzata, il regolamento parla chiaro: bianconeri disperati
Massimiliano Allegri © LaPresse

Difficile ipotizzare, come si è già appreso in questi giorni, una riapertura del caso plusvalenze: la Juventus e altre 10 società sono state già assolte in doppio grado dalla giustizia sportiva. Diverso il caso per quanto riguarda la manovra stipendi, che potrebbe ricadere nella casistica dell’articolo 31 comma 3 del codice di giustizia sportiva.

L’articolo in questione recita che “La società che pattuisce con i propri tesserati o corrisponde comunque loro compensi, premi o indennità in violazione delle disposizioni federali vigenti, è punita con l’ammenda da uno a tre volte l’ammontare illecitamente pattuito o corrisposto, cui può aggiungersi la penalizzazione di uno o più punti in classifica”. Una penalizzazione che, nel caso in cui si arrivasse a processo, potrebbe essere eventualmente irrogata non subito: “Se la penalizzazione sul punteggio è inefficace in termini di afflittività nella stagione sportiva in corso è fatta scontare, in tutto o in parte, nella stagione sportiva seguente”. Dovrebbero esserci dunque, nel caso, effetti concreti in negativo per la Juventus (perdita dello scudetto o della qualificazione in Champions League).

Previous articleJovana Djordjevic, superba visione di spalle: statuaria e pericolosissima
Next articleGiorgia Palmas, che regalo sotto l’albero per i fan: la visione più esplosiva