Inter, doppio rinnovo e tifosi in estasi: salvaguardato un bottino

L’Inter continua a lavorare sul fronte rinnovi: arrivano novità importanti che fanno esultare finalmente i tifosi nerazzurri. 

Due chiacchierate importanti, di quelle che contano e in qualche modo anticipano i tempi. L’Inter inizia a riflettere sulla possibilità di perdere Skriniar, e prova a scongiurare in ogni modo possibile l’addio del centrale.

Marotta Ausilio
Marotta e Ausilio hanno sondato il terreno per due rinnovi (LaPresse)

Perderlo significherebbe aprire le casse societarie per trovare un degno sostituto, e una cessione così pesante, a parametro zero, sarebbe un colpo duro da digerire. Marotta la sua offerta l’ha fatta, attende segnali che non arrivano, e la sensazione è che l’attesa del calciatore sia per capire quali saranno le proposte in arrivo da altri club. C’è di certo il Psg, che però non si sbilancia, ma pare che anche il Tottenham abbia sondato il terreno.

In Spagna raccontano di un possibile sondaggio imminente da parte del Barcellona, e la corsa che si allarga, di sicuro riduce le percentuali di rinnovo. L’Inter incassa, farà di certo un altro sforzo, ma intanto lavora per un eventuale sostituto. Nel frattempo però, Marotta ha capito che simili tentennamenti possono costare una fortuna, e avrebbe intavolato le trattative con due calciatori per ragionare su nuovi accordi con l’Inter.

Marotta mette a segno due colpi: doppio rinnovo vicino

inter rinnovi
Un abbraccio fra alcuni calciatori dell’Inter dopo un gol (LaPresse)

Non c’è tempo da perdere per l’Inter, concentrata a fiutare affari a gennaio ma intanto decisa a chiudere il capitolo rinnovo con due calciatori. Il primo è Calhanoglu, con il quale, secondo la Gazzetta dello Sport, sarebbe già stata fatta una chiacchierata esplorativa. Le porte sono aperte, e la sensazione è che il club sia deciso dopo la chiusura del mercato di gennaio ad approfondire i contatti e i discorsi per arrivare ben preso al rinnovo.

Discorso simile vale per Alessandro Bastoni. Il suo contratto con i nerazzurri, così come quello del compagno di squadra ex Milan, scadrà a giugno del 2024. La data è ancora lontana, ma anche per il centrale, vera colonna della squadra e obiettivo dal quale ripartire, soprattutto nell’eventualità di addii da parte di Skriniar e De Vrij, si proverà a fare in fretta.

Anche nel suo caso un primo colloquio esplorativo sembra aver dato i suoi frutti. Ecco perché Marotta non vuole e non può più perdere tempo, scongiurando assalti che potrebbero di certo arrivare per due elementi sempre in grado di fare la differenza e corteggiati da tanti top club in Europa.

Previous articleEmily Ratajkowski, niente intimo e maglia bianca: serve aggiungere altro?
Next articleMilan, Pioli ‘tradito’ da un big: “E’ impresentabile”