Ora Maldini è una furia, salta la prima testa: Coppa Italia fatale

Il ko del Milan in casa contro il Torino non è stato digerito dalla dirigenza rossonera. L’eliminazione dalla Coppa Italia arrivata già a gennaio fa saltare il primo obiettivo della stagione con gli uomini di Pioli che accusano già un grave ritardo dal Napoli capolista in classifica.

Paolo Maldini, così come il resto della dirigenza rossonera, non ha digerito il ko ed ora è pronto a prendere le contromisure anche per quello che riguarda il calciomercato del club meneghino. Si va infatti verso la prima cessione per sistemare la rosa.

Calciomercato Milan, prima cessione
Maldini

Calciomercato Milan, dirigenza furiosa per l’eliminazione

Una sconfitta che ha innervosito e non poco l’ambiente Milan con la squadra in ritiro fino alla partita di Lecce, decisiva per il campionato rossonero. I rossoneri dovranno poi preparare la partita di Supercoppa contro l’Inter, altro obiettivo del club in questa stagione. L’uscita prematura dalla Coppa Italia ha portato però la dirigenza a prendere le prime decisioni su quella che è la formazione della rosa a disposizione di Pioli. Considerato un impegno in meno da affrontare, la società è pronta a sfoltire la rosa. Verso la cessione due calciatori con Maldini che vuole abbassare il monte ingaggi. In uscita, a parte Bakayoko, da tempo sulla lista dei cedibili, c’è ora anche Adli. Il giovane francese non è stato preso in considerazione nemmeno per la Coppa Italia ed è fuori dai piani tattici di Pioli. Per l’ex Bordeaux si prospetta una cessione in prestito.

Calciomercato Milan, Adli verso la cessione
Adli © LaPresse

Milan, quanti giocatori a rischio cessione

I dirigenti rossoneri vorrebbero trovare una soluzione in Serie A per il classe 2000 per poterlo seguire da vicino nella seconda parte di campionato. Convinti dell’investimento fatto circa un anno e mezzo fa sul giovane talento, il Milan vuole cercare di vederlo all’opera con continuità prima di prendere una decisione definitiva sul suo futuro. Per quello che riguarda Bakayoko c’è da capire anche la volontà del Chelsea, proprietario del cartellino, e trovare una squadra che sia in grado di pagare l’alto ingaggio al centrocampista per la seconda parte di stagione, ovvero i mesi di prestito che rimangono in casa Milan. Da capire poi quello che sarà il futuro di Thiaw e Vranckx. Arrivati durante il mercato estivo, hanno fatto fatica a trovare spazio con il belga che non ha convinto nella partita giocata da titolare contro il Torino.

Discorso diverso per De Ketelaere con il classe 2001 che continua a non convincere. Provato da prima punta contro i granata il giocatore non è sembrato a sua agio nella formazione di Pioli. I rossoneri con ogni probabilità attenderanno la fine della stagione per prendere una decisione definitiva sul suo futuro.

Previous articleBaby K, il bikini è solamente un filo: forme pericolose
Next articleInter, i tifosi sono rassegnati: già scelto il dopo Skriniar