Blitz Inter e gran colpo in prospettiva: affare fatto per il 2023

C’è aria di rivoluzione in casa Inter: neanche il tempo di iniziare la nuova stagione e la dirigenza pensa già al 2023.

La dirigenza dell’Inter lavora con uno sguardo rivolto già al futuro. Un’Inter che lavora anche in campo, sotto lo sguardo di mister Inzaghi. L’esordio vittorioso per 2-1 in casa del Lecce ha sicuramente sollevato tutto l’ambiente nerazzurro e soprattutto il tecnico Inzaghi.

Simone Inzaghi, allenatore dell'Inter
Simone Inzaghi © LaPresse

L’Inter però, dovrà risolvere al più presto alcune questioni di mercato, legate soprattutto al futuro di 2 calciatori fondamentali: Dumfries e Skriniar. Con Skriniar che andrà in scadenza di contratto il prossimo anno, l’Inter dovrà per forza di cose trattare il rinnovo del difensore slovacco. Di sicuro la dirigenza ha rassicurato Inzaghi, dando garanzie tecniche al tecnico dei nerazzurri. L’esordio vincente contro il Lecce ha dato indicazioni importanti in vista del proseguo della stagione. Vittoria sofferta ma importante per iniziare al meglio la stagione del club nerazzurro. Protagonisti Lukaku e Dumfries, con il belga a segno dopo un minuito di gioco. Dumfries allo scadere del match firma il 2-1 finale dopo che Ceesay (nuovo attaccante del Lecce) aveva fissato il punteggio sull’1-1. Il club meneghino ai nastri di partenza è sicuramente una delle squadre maggiormente favorite insieme ai rivali della Juventus e ai campioni in carica del Milan.

Venti di rivoluzione in casa Inter: ecco la situazione

Al netto della permanenza di Skriniar, il livello della rosa si è innalzato in tutti i reparti, con gli innesti di Onana e Bellanova, l’esperienza di Mhkitaryan, la solidità del giovane Asllani, e lo  strapotere fisico ed il senso del gol di Romelu Lukaku. Nonostante i tanti rumors di mercato, l’Inter dovrà tener conto di una sostenibilità economica, con quell’utile pari a 60 milioni di euro da creare entro Giugno del 2023. I nerazzurri però possono guardare al futuro con tanto ottimismo. L’Inter di certo potrà contare su una delle più gradi promesse dell’attuale calcio italiano, Cesare Casadei. Una rivoluzione che, in parte, è ben visibile a tutti. La dirigenza però, pensa già al 2023: Manuel Akanji è il nome per rafforzare il reparto difensivo. In scadenza a Giugno del prossimo anno, il Borussia Dortumund potrebbe farlo partire già quest’estate per una cifra intorno ai 10 milioni di euro.

La stagione è appena iniziata ma, la dirigenza nerazzurra pensa già al 2023 date anche le varie situazioni contrattuali di alcuni calciatori. Tanti in scadenza, come ad esempio Danilo D’Ambrosio, jolly difensivo che dal Gennaio del 2014 veste i colori nerazzurri. Una vera rivoluzione in atto in casa Inter, con tanto di ricambio generazionale. L’Inter vuole “ringiovanirsi”, a partire dal portiere, con Onana che prenderà il posto dell’ormai 38enne Samir Handanovic. La stagione è appena iniziata, con l’Inter che è partita subito con i 3 punti. Gli obiettivi sono chiari e, per i nerazzurri, la corsa alla seconda stella è appena iniziata.

Previous articleAntonella Fiordelisi, vestito corto che non contiene il lato A
Next articleSabrina Salerno, la barca diventa un forno: il perizoma è bollente VIDEO