Inter, dopo Bologna saltano tre teste: pazienza finita

Dopo Bologna-Inter, è il momento delle polemiche: tra i nerazzurri tre giocatori particolarmente criticati e sul piede di addio

La sconfitta dell’Inter a Bologna è stata a dir poco clamorosa, inutile girarci intorno. Un ko inatteso per il momento dei nerazzurri, che venivano da quattro vittorie di fila in campionato. Per il valore dell’avversario, da non sottovalutare ma nemmeno trascendentale. Per il valore che ha avuto, in una gara che poteva sancire il sorpasso in vetta alla classifica al Milan. E, naturalmente, per il modo in cui è maturata.

Inter, cambio di mercato
Inzaghi © Lapresse

Bologna-Inter, harakiri nerazzurro totale

E dire che la squadra di Simone Inzaghi aveva approcciato come meglio non avrebbe potuto. Subito un gran gol di Perisic a mettere in discesa la sfida, una ottima prima mezz’ora dove il torto è stato quello di non blindare il vantaggio con un’altra rete. Il pari di Arnautovic, inatteso, ha incrinato molte certezze. Il resto della prestazione è stata un po’ confusionaria, fino al patatrac micidiale combinato da Radu, che è riuscito a fare anche peggio del collega Meret nello scorso fine settimana, sbucciando il pallone e lasciandolo a Sansone per il più facile dei gol. E’ partito una sorta di tiro al piccione, sul secondo di Handanovic che a sorpresa si è visto in campo, ma le responsabilità della sconfitta non sono solo le sue. Sul banco degli imputati anche alcune scelte di Inzaghi, ma soprattutto le prestazioni di alcuni dei giocatori scesi in campo al Dall’Ara.

Inter, non solo Radu: Lautaro Martinez e Dimarco flop, addio vicino

Inter, dopo Bologna saltano tre teste: pazienza finita
Lautaro Martinez © LaPresse

Finiscono in particolare sotto accusa, oltre a Radu che molto probabilmente a questo punto è destinato a salutare, per un errore decisamente troppo grave, per l’ennesima volta, Lautaro Martinez. L’argentino veniva da un recente buon momento di forma, con quattro reti segnate nelle ultime tre gare ufficiali, coppa Italia compresa. Il ‘Toro’ è ricaduto però in un’altra prestazione abulica e a questo punto nell’ambiente si maturano dubbi sul suo effettivo valore. La società pensa di farlo partire di fronte a un’offerta congrua, i tifosi iniziano a pensare che sia una buona idea, per un giocatore di grande talento ma troppo discontinuo. Non è finita qui. Anche Dimarco, difensore che fin qui aveva convinto con buone prestazioni, è stato autore di una prova incolore e con troppe imprecisioni. A sua volta, ha un grandissimo potenziale, ma l’Inter appare intenzionata a utilizzarlo come pedina di scambio per il prossimo mercato.

Previous articleTacco vertiginoso e… carta igienica: Belen stavolta stupisce tutti
Next articleInes Trocchia, in costume… e senza: visioni e trasparenze incontenibili