Atalanta-Fiorentina 2-2, gol Chiesa o autogol Palomino? Il comunicato

ATALANTA FIORENTINA, LA LEGA SI PRONUNCIA SUL GOL DEL VANTAGGIO– Deve ancora attendere Federico Chiesa per celebrare il primo gol in questo campionato. L’attaccante 21enne della Fiorentina ha sì festeggiato ieri, durante la gara delle 18:00, la rete del vantaggio contro l’Atalanta ma la sua gioia non è durata molto. Il tempo di attendere il responso della Lega Calcio sulla sua marcatura, viziata da un’evidente deviazione del difensore avversario Palomino.

Inter-Fiorentina
Chiesa ©Getty Images

Il tiro al volo di Chiesa, infatti, è stato malamente colpito dal giocatore atalantino che, in modo piuttosto goffo, ha intercettato il pallone ingannando il proprio portiere. Chiesa ha chiaramente esultato, ma negli almanacchi non entrerà il suo nome nel tabellino dei marcatori della gara di ieri.

Nella serata di domenica infatti la Lega Calcio ha fatto chiarezza sull’accaduto, specificando che in realtà il gol del vantaggio viola è un’autorete del difensore dell’Atalanta. Ecco come la Lega spiega la sua decisione: “Viene attribuito come autogol di Palomino il primo gol della Fiorentina, realizzato ieri al Tardini al minuto 24.

L’azione che consente ai viola di passare in vantaggio scaturisce da una conclusione di Chiesa, appostato poco fuori dal limite dell’area. Sulla traiettoria del suo tiro, posizionato sulla linea dell’area piccola, con visuale libera sull’attaccante della Fiorentina, c’è il difensore dell’Atalanta Palomino, che vede arrivare il pallone e interviene per provare a rinviarlo, calciando però involontariamente la sfera nella propria porta. Sulla base del Criterio 1A delle Linee Guida per i gol dubbi viene assegnata l’autorete per il “voluto tentativo di rinviare il pallone” da parte di Palomino, che nella circostanza ha il tempo per saltare e provare a respingere”.

ATALANTA-FIORENTINA 2-2, PAGELLE E HIGHLIGHTS