Home News Serie A, nuova panchina a rischio: decisiva la prossima partita

Serie A, nuova panchina a rischio: decisiva la prossima partita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:15
CONDIVIDI

Serie A, nuova panchina a rischio: decisiva la prossima partita. Non si esclude un cambio di allenatore.

Esonero Serie A
Panchina Serie A © Getty Images

Serie A, nuova panchina a rischio: decisiva la prossima partita

PARMA – Roberto D’Aversa lascia il Parma? Il cambio in panchina non ha dato il cambio di passo sperato e il presidente Krause in caso di un fallimento contro il Parma non si esclude la possibilità di un nuovo esonero. Nessuna decisione è stata presa, Krause è atteso in Italia nelle prossime ore per parlare con il tecnico e il resto dei collaboratori. Sul tavolo resta la possibilità di un esonero per cercare di centrare la salvezza. Non sarà per nulla semplice riuscire a rimanere in Serie A e trovare l’allenatore giusto. Molto dipenderà anche dalle possibili scelte del Cagliari e del Crotone, altre squadre che potrebbero decidere di cambiare il proprio tecnico.

LEGGI ANCHE —> Calciomercato, Kean: parole di amore per una big italiana

I possibili sostituti

Il favorito per la sostituzione resta Fabio Liverani. Il tecnico conosce molto bene la squadra avendola allenata nella prima parte di stagione e, per questo, ci attendiamo un possibile richiamo già nelle prossime ore.

LEGGI ANCHE —> Infortunio Juventus: arriva il comunicato UFFICIALE, le condizioni

Ma ci sono anche altri nomi sul taccuino di Krause. Non si escludono possibili sorprese straniere, ma l’idea sembra essere quella di un tecnico italiano per arrivare alla salvezza e poi continuare a guardare con fiducia al futuro. Il favorito, come detto, resta quello di Liverani. In corsa anche Leonardo Semplici, Massimo Rastelli e Walter Zenga. Di questi il secondo potrebbe essere il nome giusto. Il primo, infatti, sembra essere ormai promesso sposo del Cagliari, sul secondo c’è l’interesse del Crotone in caso di addio di Stroppa. Senza dimenticare la possibile sorpresa Aurelio Andreazzoli, che con i giovani sa lavorare molto bene. E poi per l’anno prossimo l’ipotesi è quella di un nuovo allenatore per consentire il ritorno immediato in Serie A in caso di retrocessione.