Home News Lite Conte Agnelli, la confessione: “Prima non lo sapeva nessuno”

Lite Conte Agnelli, la confessione: “Prima non lo sapeva nessuno”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:06
CONDIVIDI

Continua a tenere banco in casa Juventus e Inter la questione relativa alla lite a distanza tra Conte e Agnelli, durante l’ultimo match di Coppa Italia che ha visto impegnate le due squadre. A distanza di qualche ora parla uno dei protagonisti.

Inter Conte infortunio
Antonio Conte (Getty Images)

La Procura Federale ha aperto un’inchiesta sulla lite a distanza tra Agnelli e Conte durante l’ultimo Juventus-Inter di Coppa Italia. Il tecnico salentino a fine primo tempo, tornando negli spogliatoi stizzito, ha fatto il dito medio verso la parte di tribuna dove sedevano i dirigenti dei bianconeri. Un gesto che nasce dal nervosismo scattato durante la prima metà di gioco, quando Conte è stato invitato a fare silenzio di fronte alle tante proteste per il rigore fantasma su Lautaro Martinez.

Una lite poi sarebbe scoppiata negli spogliatoi, con Paratici e Oriali altri attori protagonisti della vicenda. Il culmine di tutto però c’è stato a fine gara, con la Juventus che aveva appena conquistato la finale, quando Agnelli si è rivolto a Conte (sempre dagli spalti) con parole non certo al miele.

La Procura della FIGC ora indaga sul caso, nel frattempo però ha parlato di questo episodio uno che ha vissuto questa scena da molto vicino: Leonardo Bonucci.

Leggi anche–> Juve, le ultime di mercato 

Lite Agnelli Conte, Bonucci: “Niente di nuovo”

Infortunio Bonucci
Bonucci (Getty Images)

A pochi metri da Antonio Conte c’era Leonardo Bonucci, in panchina, che in occasione delle proteste del suo ex mister lo avrebbe invitato a fare silenzio. A distanza di qualche ora il numero 19 della Juve è tornato a parlare dell’accaduto, cercando di smorzare i toni: “Quello che è successo è brutto, ma non sta a me giudicare il perché sia successo e se dovesse esser fatto o meno“.

Bonucci parla dell’adrenalina e del contesto, che porta a situazioni del genere. Che, comunque, afferma il difensore sono esistite anche in passato. Ma non venivano colte dal microfoni. “Prima non ci si faceva caso perché con lo stadio pieno nessuno sentiva o si vedeva poco”.

Conte, l’episodio che l’ha fatto imbufalire: