Home News Inter-Genoa, dal patto Scudetto al momento societario: parla Conte

Inter-Genoa, dal patto Scudetto al momento societario: parla Conte

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:53
CONDIVIDI

Nel post partita di Inter-Genoa ha preso la parola Antonio Conte per commentare la vittoria di oggi e il patto scudetto 

Conte aspetta il suo centrocampista
Antonio Conte. © Getty Images

Vince e convince ancora l’Inter di Antonio Conte che prosegue la propria marcia scudetto davanti ai rivali del Milan. Successo netto per 3-0 contro il Genoa per Lukaku e soci commentato dallo stesso tecnico salentino ai microfoni di ‘Sky Sport’: “Abbiamo giocato contro il Genoa che era in un ottimo stato di forma e nell’ultimo periodo ha fatto solo un punto in meno di noi. Abbiamo fatto bene, col giusto approccio e la giusta determinazione. Non abbiamo concesso quasi niente e siamo stati bravi a fare tre gol, poi Perin ha salvato diverse situazioni importanti. Siamo contenti, il lavoro sta pagando come già aveva pagato l’anno scorso. La squadra sta crescendo nella consapevolezza dei propri mezzi, del collettivo e delle individualità. Sa riconoscere le situazioni e sta maturando tanto. Mancano però ancora 14 partite, adesso avremo il Parma. Dobbiamo dimostrare che non è il fatto di giocare con una squadra importante a tenerci con le antenne dritte, ma le antenne devono rimanere sempre dritte se vogliamo dare soddisfazioni al popolo nerazzurro”.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, colpo Marotta: il centrocampista dalla Serie A

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, maxi scambio da 110 milioni: in ballo 4 big

Inter-Genoa, dalla società allo scudetto: parla Conte

Conte sul famigerato patto scudetto: “Non c’è stato alcun patto scudetto, quando sei nell’Inter devi avere sempre l’ambizione di vincere, la storia del club parla chiaro. Sono tanti anni che l’Inter non vince, l’anno scorso ci siamo andati molto vicini anche se era il primo anno. La delusione per l’eliminazione immeritata dalla Champions ci ha portati a fare un’introspezione e a capire che bisognava alzare il livello di tutti per cercare di essere più competitivi. E’ inevitabile che se oggi fossimo in Champions ce la potremmo giocare”.

SOCIETA’ – “Quando sei in una società come l’Inter, al di là di tutto, devi concentrarti sul campo. Io devo incidere su quello che è nelle mie facoltà di incidere. Poi dove non possiamo farlo è inutile perdere energie, non possiamo pensare a cose dove non possiamo influenzare. Dobbiamo concentrarci su quello che possiamo determinare”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Inter (@inter)