Home News Diritti tv, si sfiora la rissa durante l’assemblea di Lega

Diritti tv, si sfiora la rissa durante l’assemblea di Lega

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:08
CONDIVIDI

Ha veramente dell’incredibile quanto accaduto nell’assemblea di Lega Serie A dove Preziosi e Campoccia hanno sfiorato la rissa

In Lega si litiga per i diritti tv
Pallone della serie A © Getty Images

Bgarre sui diritti tv, l’assemblea di Lega diventa un ring                    

Clamoroso quanto successo oggi nell’assemblea di Lega Serie A per l’assegnazione dei diritti tv del campionato. Nei giorni scorsi, Dazn aveva superato abbondantemente l’offerta di Sky e già qualche società aveva storto il naso. Nessuno, però, pensava che si potesse arrivare a quanto successo oggi. Secondo quanto riportato da ‘Calcio e Finanza’, infatti, nel corso della riunione, Enrico Preziosi, presidente del Genoa e Stefano Campoccia, vicepresidente e legale dell’Udinese, hanno avuto un duro faccia a faccia.

Leggi anche >>>> Diritti tv, svolta storia per la serie A: Sky rischia grosso         

Enrico Preziosi parla al telefono
Enrico Preziosi, presidente del Genoa © Getty Images

Assemblea di Lega, gli animi si surriscaldano tra Preziosi e Campoccia

Oggetto del contendere sarebbero state le offerte dei fondi di ‘private equity per la Media Company della Lega Serie A. In sostanza, al termine dell’incontro, il patron genoano si sarebbe recato dal numero 2 friulano, nonché membro della commissione negoziale della Lega Serie A, per ricevere ulteriori spiegazioni su quanto accaduto nel corso dell’incontro e sul da farsi nel futuro. Dopo una serie di parole non carine, gli animi si sarebbero accesi e i due avrebbero avuto un faccia a faccia che qualcuno definisce sfociato addirittura in rissa.

Leggi anche >>>> Champions League, diritti tv: colpo di scena, la spunta Sky!

Pallone di calcio che rotola nelle pozzanghere
Pallone di calcio nel pantano © Getty Images

Un’immagine che non rende, certo, giustizia a quello che è il bello del calcio. Difficile immaginare fair play in campo, quando non sono per primi i dirigenti delle squadre a dare il buon esempio. Scena di ordinaria degenerazione che, purtroppo, proprio nel corso delle assemblee di Lega, si sono viste spesso e volentieri. Dopotutto, quando c’è di mezzo il ‘dio denaro’, è facile perdere le staffe.