Home News Covid, tamponi Lazio: rischio penalizzazione e sconfitte a tavolino

Covid, tamponi Lazio: rischio penalizzazione e sconfitte a tavolino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:52
CONDIVIDI

Covid, il mistero si fa sempre più fitto sul caso tamponi in casa Lazio. Il rischio è quello di una sconfitta a tavolino seguita da penalizzazione

Una big di serie A rischia grosso, campionato in tilt
Calcio, Serie A © Getty Images

Questioni tamponi in casa Lazio: deferiti il presidente Lotito e il medico sociale Rodia                   

CovidLazio, il mistero si fa sempre più fitto sul caso tamponi falsi, il rischio è quello di una sconfitta a tavolino seguita da penalizzazione. Il primo atto ufficiale di questa triste vicenda, come riporta il ‘Corriere dello Sport’ si è avuto con il rinvio a giudizio per il presidente Lotito, il direttore sanitario Pulcini e il medico sociale Rodia, oltre alla stessa società di calcio capitolina sotto forma di responsabilità in base all’articolo 6 (commi 1 e 2) del codice di giustizia sportiva.

Giuseppe Chiné e gli ispettori federali, che dalla fine di ottobre indagano sull’operato del club biancoceleste, non hanno voluto fare alcuno sconto. Naturalmente il tutto, in attesa che si concluda l’inchiesta della Procura di Avellino, città dove venivano portati i tamponi per essere processati. L’audizione che aveva chiesto il patron laziale, insieme all’avvocato Gentile, in sostanza non è servita a molto in quanto non esiste alcuna possibilità di patteggiamento, nel caso in cui i gravi fatti accusatori venissero appurati.             

Leggi anche >>>> Lazio, UFFICIALE: deferimento per violazione protocollo sanitario, cosa rischia                    

Lotito rischia grosso sulla questione tamponi Lazio
Claudio Lotito, presidente della Lazio © Getty Images

Caos tamponi: cosa rischia in concreto la Lazio?                

L’accusa degli inquirenti federali è molto grave e riguarda l’articolo 4 del codice di giustizia sportiva: “Osservanza dei principi di lealtà, correttezza e probità in ogni rapporto riferibile all’attività sportiva”. C’è poi l’articolo 44 delle Noif (adempimenti per la tutela medico sportiva) che al comma 1 parla della  mancata osservanza dei protocolli sanitari”, cosa ripresa nel comunicato federale in materia Covid del primo settembre 2020. Il processo, con tutti gli eventuali gradi di giudizio successivi, è inevitabile.

A questo punto, la cosa che maggiormente interessa i tifosi e tutto l’ambiente, riguarda le possibili sanzioni in termini sportivi. Per mister Inzaghi e la squadra, qualora l’ammenda non risultasse appropriata, c’è l’ipotesi concreta di pagare in punti le violazioni procedurali contestate dalla Procura. Il rischio che possano essere richieste le sconfitte per 3-0 a tavolino, contro Torino e Juventus, è da prendere seriamente in considerazione. Non solo, perché, nella peggiore delle ipotesi, si potrebbe arrivare anche a una penalizzazione in termini di punti, da scontare nel campionato in corso.

Leggi anche >>>> Calciomercato Lazio, addio Milinkovic-Savic: affare da 50 milioni

Possibile penalizzazione per la Lazio, Inzaghi preoccupato
Simone Inzaghi, allenatore Lazio © Getty Images

La sentenza definitiva rischia di arrivare a fine aprile e nel frattempo, Ciro Immobile e compagni, dovranno giocare con questa spada di Damocle che pende sulle loro teste e sul destino di un campionato che rischia di trasformarsi in un incubo, con la lotta Champions a quel punto compromessa.