Home Calciomercato Futuro Insigne, addio scenario possibile: piace a mezza Serie A

Futuro Insigne, addio scenario possibile: piace a mezza Serie A

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:52
CONDIVIDI

Futuro Insigne, addio scenario possibile: piace a mezza Serie A

insigne napoli
Insigne – Getty Images

La gara contro il Sassuolo potrebbe essere la partita che ha incrinato definitivamente il rapporto tra il Napoli ed Insigne. Protagonista di una prestazione eccellente, gli azzurri si sono fatti rimontare all’ultimo minuto per un fallo da calcio di rigore commesso da Manolas che è valso il 3-3 di Caputo. Al termine della stessa, Insigne avrebbe detto: “Squadra di m…” con allegato calcio ad un cartellone, una scena che non è piaciuta a nessuno e che sta provocando strascichi pesanti attorno al capitano. Come se non bastasse, il clima al Napoli è senza dubbio rovente anche a causa della rabbia di De Laurentiis per i risultati che non stanno arrivando, complici un feeling ormai incrinato anche con l’allenatore Gattuso. Insomma, tutto sommato, in casa Napoli si respirano veleni ad ogni angolo dello spogliatoio, non un’ambiente ottimale per raggiungere i risultati sportivi sperati.

LEGGI ANCHE >>> Vidal via: lo ‘cede’ un suo compagno di squadra!

Futuro Insigne, addio scenario possibile: piace a mezza Serie A

A fine stagione si tireranno le somme e non è escluso che l’attaccante possa prendere in considerazione l’idea di andare via. Piace a mezza Serie A ma anche all’estero, forse economicamente più orientati e disponibili a spendere i circa 40 milioni che attualmente vale sul mercato. De Laurentiis non si opporrebbe se dovesse arrivare un’offerta importante per lui, anche se l’ultima parola spetta ovviamente al giocatore che ama Napoli e si considera il Totti della sua situazione. Ad oggi, comunque, non ci sono certezze e non ci sono incontri in programma, mentre l’agente Vincenzo Pisacane cerca di sistemare le cose ai microfoni di ‘Radio Punto Nuovo’: “Quel gesto di stizza deve essere letto solo per la rimonta subita al 95′: Insigne è nato a Napoli, è un napoletano vero, è prima di tutto un tifoso, poi un calciatore e il capitano del Napoli. E’ normale che lui soffra più del dovuto di fronte a dinamiche del genere. Dà il massimo e lo pretende da tutti, è normale” ha concluso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE—->>>> Futuro Inter, parla Zhang: “Taglieremo le attività irrilevanti”