Home Calciomercato Calciomercato Inter, addio Hakimi per il nuovo attaccante: affare da 70 milioni

Calciomercato Inter, addio Hakimi per il nuovo attaccante: affare da 70 milioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:33
CONDIVIDI

Calciomercato Inter, addio Hakimi per il nuovo attaccante: affare da 70 milioni

Infortunio Hakimi
Hakimi (Getty Images)

La volontà dell’Inter di cercare nuovi partners potrebbe spingere la società a rivedere alcuni piani per il futuro. L’addio di Suning appare sempre più probabile e il club nerazzurro ha emesso una nota ufficiale specificando le priorità attuali: “La nostra proprietà è in trattative per fornire una serie di soluzioni nell’ambito della struttura del capitale e della gestione della liquidità. Suning ha confermato il proprio impegno per il sostegno finanziario del club con o senza un supporto esterno. In ogni caso, è ragionevole e prudente rivolgere lo sguardo anche all’esterno. In tal senso, Suning ha nominato consulenti e advisor in Asia per lavorare a stretto contatto in modo da trovare partner strategici, utili sia sotto forma di iniezione di capitale ma non solo. I colloqui con potenziali partner sono costanti”.

LEGGI ANCHE >>> Vidal via: lo ‘cede’ un suo compagno di squadra!

Calciomercato Inter, addio Hakimi per il nuovo attaccante: affare da 70 milioni

Dunque, potrebbero esserci delle novità importanti già in estate e in questo senso una big europea si starebbe già muovendo. Stando alle ultime, l‘Arsenal vorrebbe Achraf Hakimi e sarebbe pronto a spendere 40 milioni di euro cash più il cartellino di un big per convincere i nerazzurri: il nome in questione è quello dell’ex Lione Alexandre Lacazette, classe ’91, molto gettonato all’estero e nel campionato italiano, già accostato alla Juventus in passato. L’attaccante francese potrebbe sostituire Lautaro o Lukaku, molto richiesti sul mercato. La valutazione dei londinesi è di circa 30 milioni di euro, soldi che aggiunti ai 40 sommerebbero l’ammontare totale a 70 milioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE—->>>> Futuro Inter, parla Zhang: “Taglieremo le attività irrilevanti”